Wanda Nara denunciata dal Codacons per le figlie: le gravi accuse

Wanda Nara
Wanda Nara

Wanda Nara nel mirino del Codacons. L’associazione ha deciso di denunciarla per avere utilizzato in modo illecito le immagini delle figlie minorenni

Wanda Nara sarebbe stata denunciata dal Codacons al Garante per l’infanzia e quello per l’adolescenza e della privacy. L’azione legale dipenderebbe dall’uso illecito delle immagini delle figlie minorenni Francesca e Isabelle, atto a reclamizzare il suo stesso brand.

Mentre scriviamo, l’opinionista del Grande Fratello Vip 4 ha finora evitato di commentare la notizia e non è dato sapere se prossimamente lo farà, data la delicatezza della questione, ma comunque non intende apportare accorgimenti alle strategie applicate sui social media. Giusto poche ore fa ha condiviso dei post con le figlie protagoniste, che tra l’altro paiono passare ore molto piacevoli insieme agli amici e alla madre.

“Viso da bambina con il corpo di donna”

I contenuti dell’esposto firmato Codacons sono rivelati dall’agenzia di stampa Adnkronos, secondo cui Wanda Nara dovrebbe difendersi dalle accuse circa la gestione dell’immagine delle figlie, truccate come adulte e con marchi di bellezza in evidenza che potrebbero costituire una forma di pubblicità occulta. Per l’associazione le immagini incriminate sono assolutamente pericolose. Così facendo si veicolerebbe l’identità e l’intimità di una bambina in tenera età attribuendo al suo viso il corpo di una donna.

Il documento va avanti citando un ulteriore rischio corso da Wanda Nara che riguarda in realtà vicende più generali di sicurezza. Alla moglie del calciatore Mauro Icardi è sconosciuta la natura degli utenti; detto altrimenti, niente e nessuno ha garantito l’affidabilità dei follower.

Le accuse hanno portata più ampia, in quanto ancora oggi le possibili minacce nascoste nei social network e nella rete sono sottostimate. Ad ogni modo, il Codacons si è dilungato sul rapporto tra minori, genitori e figlie; e sottolineato i potenziali pericoli affrontati, più o meno consapevolmente, sul web.

Wanda Nara: richiesta di cancellazione o sospensione dei post

Le richieste mosse a Instagram e Facebook dall’associazione dei consumatori sono di cancellare o perlomeno sospendere ogni post in cui si ravvisa una lesione dei diritti dei minori.

Ora l’onere di esprimersi in merito passa alle autorità incaricate, le quali avranno il compito di stabilire se, attraverso il suo comportamento, Wanda abbia in qualche modo arrecato danno alle bambine e in tal caso assumere i provvedimenti più congrui. Dal pronunciamento potrebbe andarsi a formarsi un precedente davvero importante nelle battaglie legali riguardanti i minori.