Elettra Lamborghini: “Mondo di m**da. Non fate gli ipocriti”

Elettra Lamborghini
Elettra Lamborghini

Elettra Lamborghini non ha aderito al BlackOut Tuesday, fornendo una spiegazione esauriente sui social

I fan di Elettra Lamborghini sono perfettamente consapevoli su quanto la giovane artista abbia a cuore i diritti di tutte le persone. In più occasioni la simpatica ereditiera ha preso le parti di chi ha subito bullismo, violenza e pure razzismo, dimostrando una spiccata sensibilità.

Tuttavia in tanti hanno notato che negli scorsi giorni non ha aderito all’iniziativa BlackOut Tuesday avviata sui social, a favore dei movimenti di protesta che in questi giorni stanno scuotendo gli Stati Uniti. Naturalmente fin da subito ci si è chiesti il motivo della mancata partecipazione, e adesso la diretta interessata lo spiega in modo approfondito.

Mondo in rovina

Con una serie di Instagram Stories, Elettra Lamborghini parla direttamente ai fan: chi la segue davvero sa come non le piaccia pubblicare gli stessi messaggi degli altri, in quanto è semplicemente un hype. Tanti di loro non sanno nemmeno cosa stia accadendo nel mondo.

Celebrano le giornate per i gay con le foto arcobaleno e poi sono i primi a riempirli di offese. Oggi è la giornata in cui bisogna mettere la foto completamente nera, e poi sono i primi, i peggio razzisti. A comportamenti del genere la cantante non ci sta. Se fossero veramente tutti così buoni il mondo non sarebbe una “m**da”. Quindi, non bisogna fare gli ipocriti perché alla fine si parla di questo. Vogliono fare la bella faccia e poi sono le peggio “me**e”.

Elettra Lamborghini compatisce chi non apre la mente

Andando avanti col suo sfogo, Elettra Lamborghini chiarisce ulteriormente il suo punto di vista, spiegando perché non ha condiviso sui social la foto nera. Non ha pubblicato niente perché a lanciare tali messaggi sono gli stessi che qualche mese fa, quando in Italia sbarcavano quelle quattro vite, madri e bimbi, morti anche annegati, li hanno giudicati in base al colore della pelle. Pensa che se fosse stata la sua famiglia li avrebbe fatti sbarcare ovunque.

Quelle persone che non vede al di dà del loro naso, Elettra Lamborghini le compatisce. Per loro pare essere giusto che una persona non possa sbarcare in Italia perché potenzialmente pericolosa. Non capiscono le altre culture, non capiscono nulla. E lì Elettra dice poverini. Non sanno la bellezza che può esserci dietro ad una cultura. Però così – termina lo sfogo – non andiamo da nessuna parte: condividere una fotografia ed essere i peggio razzisti non serve a niente, non è quello il cambiamento.