Ballando con le Stelle, prove a rischio: “Preoccupa Scardina”

Ballando con le Stelle
Ballando con le Stelle

Le prove di Ballando con le Stelle rischiano di slittare ancora, nonostante la prima puntata disti appena due settimane

Quando verrà il turno di Ballando con le Stelle? Più passa il tempo e più affiorano dubbi in merito alla annunciata messa in onda dello show danzante da sabato 14 settembre su Rai Uno. Nella scorsa stagione televisiva Milly Carlucci le aveva provate proprio tutte pur di riproporre la sua creatura. In un periodo storico così delicato, come quello in piena emergenza sanitaria, il pubblico aveva bisogno di spensieratezza. Ma le restrizioni imposte dal Governo italiano, volte a contrastare la diffusione del Coronavirus, hanno reso impossibile mantenere i buoni propositi.

Mentre l’estate si avvia verso la fine, la programmazione del piccolo schermo riprende il solito, caro, vecchio regime. Ballando con le Stelle rischia, però, di slittare ancora le prove, sospese fino al 3 settembre a causa della positività al Covid-19 di Samuel Peron e di Daniele Scardina. Sul profilo ufficiale di Ballando la Carlucci ha spiegato che entrambi hanno contratto il virus in Sardegna, dove hanno trascorso le recenti vacanze.

Controlli a tappeto

Due settimane distano dal via ufficiale. Il tempo stringe, ciononostante fra domenica 30 e lunedì 31 agosto l’intero personale coinvolto a Ballando con le Stelle si sottoporrà ai tamponi. Lo ha annunciato il direttore del SISP dell’ASL ad Il Messaggero. Eseguiranno i test, dopo aver definito con i piani alti di Viale Mazzini una strategia di controllo costante per i dipendenti che, pur avendo avuto una minima esposizione, vanno monitorati.

E fino all’arrivo dei referti la produzione di Ballando, come riporta Il Messaggero, è sospesa. L’unica certezza è quella di dover rimpiazzare Daniele Scardina e Samuel Peron, mentre non è escluso che la puntata inaugurale subisca dei ritardi.

Ballando con le Stelle: preoccupa soprattutto il comportamento di Daniele Scardina

A preoccupare è stato soprattutto il comportamento del boxeur, il quale – sempre secondo quanto scritto dal quotidiano – prima di scoprire di essere positivo al Coronavirus, si è recato due volte in palestra, è andato dal barbiere, ha partecipato a vari aperitivi in città e si sarebbe prestato ad alcuni selfie con i fan.

Un comportamento che – prosegue il pezzo – si era notato pure in Sardegna, come documentano alcune fotografie pubblicate con i colleghi sportivi: dal portiere dell’Atalanta Pierluigi Gollini al judoka Aldo Romeo Grimaldi. E adesso toccherà necessariamente risalire l’intera filiera dei (moltissimi) contatti di Scardina, onde evitare ulteriori contagi.